• Inglese
  • Italiano

Blog

Fatturazione Elettronica B2B

  • On 8 Marzo 2018

Il Ddl di Bilancio per il 2018 ha introdotto l’obbligatorietà della fatturazione elettronica tra privati residenti o stabiliti in Italia a partire dal 1° gennaio 2019, con un’anticipazione al 1° luglio 2018 per gli operatori del settore petrolifero e dei carburanti.

Gli operatori economici, quindi, saranno tenuti ad emettere fatture solo in modalità elettronica; fatture diverse da quelle elettroniche si intenderanno semplicemente come “non emesse”.

La gestione della fatturazione B2B diventerà un’evoluzione del già noto B2G (verso la Pubblica Amministrazione), di cui erediterà formato xml , modalità di trasmissione e obbligo di conservazione sostitutiva a fini civilistici.

 La fattura elettronica consiste in un documento elettronico, assimilabile ad una fattura tradizionale, che invece di essere scritta su carta viene prodotta in formato digitale XML.

La fattura elettronica ha i vantaggi di essere creata, trasmessa e conservata sia dall’emittente sia dal ricevente esclusivamente in formato elettronico. Per essere considerata fattura elettronica questa deve essere firmata digitalmente e marcata temporalmente.

Tra gli sgravi fiscali alla fatturazione elettronica troviamo:

  • Esclusione dalla trasmissione delle transazioni attraverso lo spesometro;
  • Esclusione dalla trasmissione delle comunicazioni operazioni blacklist;
  • Esclusione dalla trasmissione degli acquisti effettuati da operatori di San Marino;
  • Esclusione dalla trasmissione dei modelli Intrastat;
  • Verifiche e controlli e accertamenti fiscali ridotti a 2 anni.

In italia il processo di fatturazione elettronica tra privati verrà gestito come per la FatturaPA dal Sistema D’Interscambio (SDI) che fungerà da hub centrale per l’inoltro e il ricevimento di fatture tra clienti e fornitori.

Le fatture elettroniche devono essere conservate a norma per 10 anni, come previsto dalla normativa vigente. L’obbigo fiscale è assolto con il passaggio al sistema d’interscambio ma rimane l’obbligo a fini civilistici.

La soluzione per la fatturazione elettronica tramite SAP ERP prende il nome di eDocument e consiste nella  trasformazione dei dati tradizionalmente creati in SAP (come le fatture FI – SD) in formati predefiniti per la trasmissione a sistemi esterni come lo SDI.

L’eDocument è disponibile nelle versioni basic e full. Per avere tutte le funzionalità necessarie alla gestione del ciclo attivo in SAP in uno scenario di interconnessione con lo SDI, la soluzione Full consente di gestire le notifiche d’esito (scarto, consegna, accettazione o rifiuto), il mapping dei campi sul formato XML, la firma digitale ed altri aspetti.

PL3 & Partners è in grado di offrire un assessment completo in modo da individuare la soluzione migliore per la vostra realtà. Se siete interessati ad avere un assessment gratuito al vostro sistema scrivete a marketing@pl3group.com oppure riempite il form presente alla pagina Contatti.

 

Paolo Ponte, Sales & Marketing Manager

Share: